Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Riconoscimento dell’equivalenza del vaccino Covishield in Italia

Data:

24/09/2021


Riconoscimento dell’equivalenza del vaccino Covishield in Italia

Si informa che, il 23 settembre 2021, il Ministero della Salute italiano ha riconosciuto l'equivalenza dei seguenti vaccini Covid-19 a quelli già riconosciuti dall'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA):

Covishield (Serum Institute of India);R-CoVI (R-Pharm);Covid-19 vaccine recombinant (Fiocruz).

Di conseguenza, i certificati di vaccinazione rilasciati da Stati esteri relativi ai suddetti vaccini conferiscono il diritto ai relativi titolari di ricevere il “Certificato verde” (“Green Pass”) dalle autorità italiane competenti, su richiesta da presentare nel territorio nazionale italiano.

A tal fine, i certificati di vaccinazione degli Stati esteri devono essere posseduti da:

cittadini italiani e loro familiari conviventi;cittadini stranieri residenti in Italia per motivi di lavoro o studio;chiunque sia iscritto all'albo del servizio sanitario nazionale, indipendentemente dalla cittadinanza e dalla residenza, e sia stato vaccinato all'estero con uno dei vaccini sopra elencati.

I certificati di vaccinazione degli Stati esteri devono contenere almeno i seguenti contenuti:

dati identificativi del titolare (nome, cognome, data di nascita);dati relativi al vaccino (nome e lotto);data/e di somministrazione del vaccino;dati identificativi dell'autorità che ha rilasciato il certificato (paese, autorità sanitaria).

Le certificazioni vaccinali, in formato cartaceo o digitale, devono essere redatte in almeno una delle seguenti lingue:

italiano;inglese;francese;spagnolo;tedesco.

Per maggiori informazioni si consulti la seguente pagina: https://www.dgc.gov.it/web/


353